http://www.ipasvi.it

Ausl di Ferrara: l’infermiera Annamaria Ferraresi nuovo direttore di distretto

09/05/2018 – Annamaria Ferraresi è infermiera con laurea magistrale, una laurea in pedagogia e un master  in giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza e fino a poco tempo fa era in forze alla redazione scientifica de “L’Infermiere” la rivista della Fnopi nazionale

Due nuovi direttori di distretto alla Ausl di Ferrara.

Uno, Renato Cardelli, è medico psichiatra, e sarà direttore del distretto Centro-Nord, l’altro è Annamaria Ferraresi, infermiera, a cui è stato affidato il distretto Ovest. Annamaria Ferraresi è il quarto infermiere (altri due sono sempre in Emilia Romagna e uno in Puglia) direttore di distretto in Italia.

Annamaria Ferraresi è infermiera con laurea magistrale, una laurea in pedagogia e un master  in giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza e fino a poco tempo fa era in forze alla redazione scientifica de “L’Infermiere” la rivista della Fnopi nazionale.

Ferraresi era dal 2015 responsabile del Servizio interaziendale Formazione e aggiornamento dell’Azienda ospedaliera e Azienda Usl di Ferrara dopo aver ricoperto l’incarico di dirigente delle professioni infermieristiche e ostetriche, responsabile U.O. Formazione azienda ospedaliera di Ferrara.

Nel suo nuovo incarico si concentrerà nel monitoraggio dell’ospedale di Cento, ma anche nell’osservare attentamente gli sviluppi delle nuove case della salute di Bondeno e quella di Pieve di Cento, la prima interaziendale in quanto comprende le Ausl di Ferrara e Bologna.

“E’ una nuova sfida – afferma Ferraresi -, credo che il mio ruolo non sarà solo leggere i bisogni espressi, ma anche intercettare quegli aspetti che ancora non rappresentano problemi”.

“Sono due persone stimate, che andranno a occupare un ruolo complesso, perché porteranno le istanze della direzione generale sul territorio con grande responsabilità”, ha commentato la nomina  il direttore generale dell’Ausl Claudio Vagnini.

Ferraresi e Cardelli occuperanno il ruolo fino al 29 febbraio 2020, data in cui scadrà anche il mandato di Vagnini. Fino ad allora si concentreranno, come i loro predecessori, sullo sviluppo delle case della salute, sulla formazione e sull’obiettivo dell’azienda di giungere alla medicina di prossimità, facilmente accessibile cioè a tutta la popolazione.

Ad Annamaria Ferraresi vanno naturalemente le congratulazioni della Federazione nazionale degli Ordini degli infermieri e della redazione de “L’Infermiere”, di cui ha fatto a lungo parte.

Stampa

Condividi su:       

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *