http://www.quotidianosanita.it/

Coronavirus. Gli aggiornamenti dalla Cina e dall’Oms e dall’Ecdc

,

I bollettini quotidiani sull’andamento dell’epidemia effettuato dalle autorità sanitarie cinesi (aggiornato alla mezzanotte del 9 febbraio) e dall’Oms (aggiornato alle ore 10 del 9 febbraio) registrano, rispettivamente, 40.171 casi confermati in Cina, con 902 morti e 307 casi nel resto del Mondo. L’Ecdc (dati aggiornati alle 8 del 10 febbraio) conferma 37 casi in Europa,

10 FEB – La Commissione nazionale della sanità del governo cinese ha registrato (alla mezzanotte 9 febbraio) 40.171casi confermati di nuovo Coronavirus con 908 morti. La Commissione ha aggiornato a 399,487 il numero delle persone entrate a contatto con persone infette, di queste 187,518 sono sotto osservazione medica.

Il bollettino Oms (aggiornato al 9 febbraio) riporta 307 casi e un decesso confermati al di fuori della Cina in 24 Paesi. L’Oms ha fornito anche l’aggiornamento della situazione sulla nave da crociera Diamond Princess.

Il 9 febbraio, le autorità sanitarie nazionali giapponesi hanno fornito all’Oms un aggiornamento dettagliato sulla situazione della nave da crociera Diamond Princess, attualmente attraccata a Yokohama, in Giappone. A seguito della conferma di un caso di 2019-nCoV, tutto l’equipaggio e i passeggeri sono stati messi in quarantena per un periodo di 14 giorni a bordo della nave, ed è stato chiesto loro di rimanere nelle proprie cabine e di indossare una maschera quando eventualmente le dovessero lasciare.

Dall’8 febbraio, 64 individui sono stati trovati infettati da 2019-nCoV tra i passeggeri e i membri dell’equipaggio e questi sono stati sbarcati e ricoverato per cure mediche negli ospedali per malattie infettive nel Zona di Yokohama. Ai contatti stretti dei passeggeri infetti viene chiesto di rimanere in quarantena per 14 giorni dall’ultimo contatto con un caso confermato. Quindi, il il periodo di quarantena verrà esteso oltre il 19 febbraio, a seconda dei casi, per i contatti stretti con  casi recentemente confermati.

L’Ecdc (il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie) ha invece fornito il suo report sui casi in Europa aggiornati al alle ore 8 del 10 febbraio. Complessivamente i casi confermati sono 37: quattordici casi in Germania (due importati, 12 acquisiti localmente), undici casi in Francia (sei importati, cinque acquisiti localmente), tre casi in Italia (tre importati), quattro casi nel Regno Unito (due importati e due acquisiti localmente), due casi in Spagna (importati), un caso in Belgio (importato), un caso in Finlandia (importato) e un caso in Svezia (importato).

10 febbraio 2020
© Riproduzione riservata

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *