http://www.quotidianosanita.it/

Coronavirus. La Puglia si prepara a uno scenario da 3.500 contagiati. “Ma nulla indica che si verificherà”, precisa Emiliano

, ,

Al lavoro per il rafforzamento degli ospedali Covid: I posti in terapia intensiva passeranno da 173 a 344, quelli di pneumologia da 186 a 654 e quelli in malattia infettiva da 352 a 709. La casa sollievo della sofferenza di San Giovanni Rotondo e l’Ospedale di S. Caterina Novella di Galatina entrano nella rete degli ospedali Covid, che salgono a quota 11. Assunti nel Ssr 750 operatori sanitari in più per fronteggiare l’emergenza. LE SLIDE

01 APR – La regione Puglia si prepara al peggio in atto di Covid e ridisegna la rete ospedaliera in vistasi uno scenario da 3.500 contagiati. Scenario che “ci auguriamo non si verifichi mai e che non è annunciato da un segnale premonitore ma che comunque pensiamo di dovere rappresentare per evitare di essere presi in contropiede”, ha detto il presidente della Regione, Michele Emiliano, presentando il nuovo piano in video conenrenza.

“Nella fase 1 – ha detto Emiliano – eravamo partiti manifestando la nostra volontà di arrivare a completare e attivare 173 posti di terapia intensiva. Ci siamo riusciti, eravamo partiti da 54. Di questi 173 posti, in questo momento sono occupai 121, anche da pazienti provenienti dalla Lombardia”. I posti di pneumologia sono passati da 64 a 186, di cui 154 occupati; quelli in malattia infettiva sono saliti da 145 a 352, di cui 294 ora occupati. L’obiettivo per il nuovo scenario è quello di raggiungere quota 344 posti di terapia intensiva, per 654 posti letto per la pneumologia; i posti in malattia infettiva arriverebbero a 709.

Altra novità è l’inserimento ufficiale nella rete covid dell’ospedale Casa sollievo della sofferenza e dell’ospedale Santa Caterina novella di Galatina. Gli ospedali Covid in Puglia salgono così a quota 11.

01 aprile 2020
© Riproduzione riservata


Allegati:

spacer Le slide

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *