Emergenza Covid: l’OPI di Lecce dona n.7000 mascherine agli Infermieri leccesi

,

Il gesto di solidarietà dell’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Lecce

L’Ordine delle Professioni Infermieristiche di Lecce ha deciso di donare 7.000 mascherine protettive (modello KN95 certificate GB2626 con marchio CE), importate in Italia dall’azienda MEHECO.

La loro distribuzione, in pacchi sigillati da 10 pezzi ciascuno, sarà effettuata in tutte le strutture sanitarie pubbliche e private e agli Infermieri liberi professionisti della provincia di Lecce.

Un gesto simbolico ma tangibile, per rafforzare il messaggio di massima vicinanza e attenzione sull’importanza della protezione da assicurare al personale Infermieristico impegnato nella lotta contro il Coronavirus.

La distribuzione avverrà nelle prossime settimane a cura dei Consiglieri e Revisori dei Conti dell’OPI di Lecce.

La consegna delle mascherine nelle strutture sanitarie della provincia di Lecce, si inserisce in un progetto più ampio promosso dalla Federazione Nazionale degli Ordini delle Professioni Infermieristiche insieme al Ministero della Salute e al Commissario Straordinario per l’emergenza contro il coronavirus, con l’obiettivo di garantire, su tutto il territorio nazionale, una distribuzione capillare di dispositivi di protezione individuale finalizzata a tutelare al massimo la salute degli operatori sanitari che operano nell’attività assistenziale ai pazienti COVID-19 negli ospedali, nelle case di cura, strutture residenziali, nei servizi del territorio nonché al domicilio delle persone.

La distribuzione delle mascherine non andrà a colmare certamente la carenza all’interno delle diverse strutture sanitarie o sostituirsi agli obblighi del datore di lavoro ma vuole essere un gesto di solidarietà per essere vicini agli Infermieri impegnati nelle situazioni a rischio di esposizione da Coronavirus.

    

Allegati

File Dimensione del file
pdf Comunicato stampa Consegna mascherine 470 KB
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *