Infermieri fuori dal servizio salvano 67enne in arresto cardiaco alla stazione ferroviaria di Pescara. Nota di encomio

Con riferimento all’intervento di cui all’oggetto, quest’OPI (Ordine delle Professioni
Infermieristiche) vuole ringraziare ed esprimere compiacimento all’infermiere Emanuele Gubello
iscritto all’albo degli Infermieri di questo Ordine, in servizio presso la clinica medica
dell’Ospedale “SS Annunziata” di Chieti, che con le sue competenze tecnico-relazionali è riuscito,
insieme ad un altro collega, entrambi fuori servizio a salvare una persona 67enne residente a
Bucchianico in arresto cardiaco.
Il fatto è accaduto alle 5.45 del mattino di mercoledì 8 gennaio u.s., alla stazione centrale di
Pescara, dove il 67enne si trovava sullo stesso binario in cui erano presenti i due infermieri in attesa
del treno per andare a sostenere il concorso bandito dall’Asl 2 Abruzzo.
Provvidenziale è stato l’intervento dei due infermieri (Emanuele Gubello e della collega Mary
Cocola) che lo hanno soccorso tempestivamente fronteggiando la prima emergenza e
successivamente affidato alle cure dei colleghi del 118 giunti sul posto in breve tempo con
l’ambulanza.
L’uomo una volta stabilizzato è stato trasportato all’ospedale Santo Spirito di Pescara dov’è stato
sottoposto alle cure intensive del caso.
Questo intervento, ha dimostrato umanità e professionalità da parte di tutti gli operatori sanitari che
sono intervenuti nella vicenda gestendo l’intera situazione con estrema professionalità.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *